Il giro del mondo in compagnia della frutta noccioltost. Lo sapevi che…

A

come Arachide

I semi di arachide contengono abbonanti proteine, indispensabili per il benessere dell’organismo, e sono inoltre una grande fonte di niacina, anche conosciuta come vitamina PP. Quest’ultima contribuisce alla buona salute sia delle funzioni cerebrali che della circolazione sanguigna. Come anche le nocciole, le arachidi sono inoltre antiossidanti naturali e contengono alte concentrazioni di polifenoli, aumentate esponenzialmente durante il processo di tostatura.

B

come Banana

La banana contiene all’incirca il 75% di acqua, il 23% di carboidrati, il 2,6% di fibre, l’1% di proteine e soltanto lo 0,3% di grassi. Si tratta di un frutto ricchissimo di sostanze dall’impatto positivo sull’organismo umano: vitamina A, vitamina B1, B2 e B6, vitamina C, vitamina PP e vitamina E, e sali minerali come calcio, fosforo, potassio e ferro. La banana ha grandi proprietànutrienti, remineralizzanti e stimolanti per l’epidermide e favorisce il metabolismo delle proteine attraverso la vitamina B6.

C

come Cocco

La noce di cocco si compone di acqua per il 50% mentre il resto è composto da zuccheri, lipidi, carboidrati e fibre. Non solo: contiene anche grandi quantità di ferro, potassio, magnesio, zinco e fosforo. Tra gli amminoacidi, vanta isoleucina, serina, treonina, acido glutammico e fenilalanina. Dal momento che possiede vitamina B e C in abbondanza, è un ottimo tonico rinvigorente nei casi di stanchezza e debolezza. Ha anche proprietà dissetanti e presenta pochissimi grassi. Al contempo è priva di colesterolo e tutte le sue caratteristiche la rendono un integratore ideale per chi svolge attività fisica.

D

come Diabete

Secondo una ricerca presentata durante l’edizione 2013 dell’International Congress of Nutrition, il pistacchio sarebbe un eccezionale alleato nella prevenzione del diabete di tipo 2. Non solo: il suo consumo regolare ha effetti benefici anche su funzione cognitiva, malattie cardiovascolari, sindrome metabolica e biomarcatori di infiammazione. Tra i vari tipi di frutta secca, i pistacchi sono inoltre i più ricchi di fitosteroli, le sostanze in grado di ridurre l’assorbimento intestinale del colesterolo assimilato attraverso gli alimenti. I grassi insaturi contenuti in questo frutto contribuiscono a ridurre il rischio di malattie cardiache, e non mancano neppure le sostanze antiossidanti quali luteina, beta-carotene e gamma-tocoferolo, oltre ad un aminoacido fondamentale come l’arginina.

E

come Vitamina E

La vitamina E è contenuta in alte quantità nelle noci. Si tratta di un potentissimo antiossidante che, bilanciato dalla vitamina A, anch’essa presente in questo frutto, contrasta l’invecchiamento delle cellule dell’epidermide. Le noci contengono anche magnesio, un potente antistress e dunque regolatore del sistema nervoso: il loro consumo regolare èideale in casi di stanchezza, superlavoro e astenia. La presenza di potassio, calcio, fosforo, rame, zinco e sali minerali nelle noci le rende un eccellente integratore alimentare in grado di contribuire alla salvaguardia del buon funzionamento del sistema immunitario.

F

come Fragola

La fragola è una fonte eccellente di flavonoidi e vitamina E, C, A e B6 ma anche di minerali quali calcio, ferro, magnesio, fosforo, potassio, zinco, sodio, rame, manganese e selenio, come sostiene un recente studio svolto all’università Kyushu, in Giappone. 

G

come Glutammina

L’acido glutammina è contenuto in grandi quantità nel mango, che per questo si rivela molto indicato per chiunque abbia difficoltà di concentrazione. Il mango contiene anche beta-criptoxantina, che ha spiccate proprietà antiossidanti e può essere trasformata in vitamina A dall’organismo, fenoli ed enzimi per supportare il buon funzionamento generale delle cellule, tanta fibra dietetica solubile chiamata pectina ed enzimi digestivi che, scomponendo le proteine, aiutano nell’assimilazione degli alimenti.

H

come Vitamina H

Il pinolo, che nasce dal classico Pinus pinea, è particolarmente ricco di vitamina H, fondamentale per la sintesi della vitamina C e indispensabile per trasformare in energia i carboidrati. Ricco di proteine e fibre vegetali, rappresenta un’ottima fonte di zinco, potassio e vitamina B2 ma contiene anche calcio, ferro, magnesio e vitamina E. Possiede, da solo, la maggior parte degli elementi nutritivi necessari al nostro organismo. Grazie ai suoi numerosi sali minerali e alla presenza di alcuni amminoacidi essenziali, contribuisce al benessere del corpo e aiuta a proteggere il sistema cardio-vascolare. È anche dotato di proprietà antiossidanti che rallentano l’invecchiamento dei tessuti.

I

come Immunizzazione

Il kiwi contribuisce all’immunizzazione dell’organismo grazie alla presenza di alti contenuti di vitamina C. Non solo: il piccolo frutto verde è una vera e propria fonte di potassio, che svolge un ruolo fondamentale nelle cellule del corpo poiché si occupadel bilanciamento dei fluidi corporei. Questo, di conseguenza, aiuta la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna. Grazie alla fibra del kiwi, l’apparato digerente si mantiene in buona salute e viene supportato in una corretta eliminazione delle tossine dal colon. Infine, il kiwi contiene luteina e zeaxantine, sostanze chimiche naturali che aiutano l’occhio umano a mantenersi in perfetta salute.

L

come Livelli di Melatonina

Secondo un recente studio pubblicato sull’European Journal of Nutrition i livelli di melatonina, l’ormone che regola il sonno, aumentano in maniera sensibile con il consumo delle ciliegie e del loro succo. Oltre che regolare le funzioni di sonno e veglia, inoltre, la ciliegia aiuta a proteggere la vista grazie alla ricchezza di vitamina C e A e contribuisce al buon funzionamento delle difese immunitarie. Il piccolo frutto rosso è, infine, un vero e proprio pozzo di acido folico, calcio, potassio, magnesio, fosforo e flavonoidi, tutti “soldatini”ben addestrati nella lotta ai radicali liberi.

M

come Mandorla

La mandorla è conosciuta per le sue proprietà energizzanti e per la ricchezza di vitamine, sali minerali e grassi monoinsaturi e polinsaturi –di grande aiuto contro il colesterolo. Questo frutto pregiato contiene anche molto ferro, ideale per contrastare l’anemia, e calcio, a supporto della salute delle ossa. Come molti frutti secchi, le mandorle contengono anche polifenoli, che aiutano a mantenere le cellule giovani. Infine, la presenza di tirosina e triptofano favoriscono un naturale miglioramento dell’umore.

N

come Nocciola

La nocciola è uno strabiliante antiossidante naturale. Ricca di acido linoleico, di sali minerali come manganese, ferro e calcio e di vitamina E, se consumata regolarmente èin grado di contrastare l’invecchiamento delle membrane cellulari. Favorisce quindi l’elasticitàe il benessere della pelle. La nocciola, amica della bellezza, è stata coltivata dall’uomo fin dall’antichità e contiene anche fitosteroli, una sostanza ritenuta importante nella prevenzione di malattie cardiovascolari.

O

come Obesità

Secondo i ricercatori dell’Università del Massachusetts, la zucca è l’ortaggio più indicato nella prevenzione e nella cura dell’obesità perché assai efficace nel controllo del metabolismo degli zuccheri. Non solo: grazie alla ricchezza di vitamine e minerali, èideale anche per contrastare l’ipertensione arteriosa. La zucca è inoltre ricca di proteine e caroboidrati, di sostanze antiossidanti e di betacarotene, che aiuta l’organismo nella formazione di vitamina A. Il suo consumo regolare, infine, contribuisce al miglioramento della digestione e all’eliminazione delle tossine a livello di fegato e intestino.

P

come Papaya

La papaya contiene enormi quantità di potassio, vitamina C, calcio, ferro, magnesio e tiamina e la papaina, enzima di questo frutto tropicale, contribuisce a tenere sotto controllo il diabete e favorisce la digestione. Offre anche una grande disponibilitàdi vitamina A, fondamentale per la buona salute degli occhi, di selenio, carotene e pro-vitamina A –che l’organismo trasforma in vitamina A. In considerazione del suo brillante colore arancione, non stupisce scoprire che la papaya possiede molti carotenoidi che, insieme agli antiossidanti, proteggono la cellule dell’organismo dai radicali liberi responsabili dell’invecchiamento dei tessuti.

Q

come Quercetina

La quercetina è un flavonoide ad azione protettiva contenuto nel mirtillo rosso e ha la caratteristica di contrastare l’insorgenza delle malattie coronariche. Il mirtillo, inoltre, è ricchissimo di ferro e un’assunzione costante di questo frutto è in grado di favorirne l’assorbimento dai cibi, ostacolando quindi l’insorgenza dell’anemia. L’azione infiammatoria del mirtillo, infine, è molto utile per prevenire le malattie da raffreddamento, favorire l’eliminazione dei batteri dall’organismo e apportare energia nei momenti di stanchezza e stress.

R

come Ritenzione idrica

La ritenzione idrica può essere combattuta anche con il valido supporto dell’ananas, un frutto particolarmente idratante e remineralizzante. Grazie ai suoi pochissimi grassi e calorie ma alla grande presenza di vitamina C, calcio, betacarotene, potassio e fosforo, l’ananas aiuta a rafforzare le ossa e il tessuto connettivo e sostiene al contempo il sistema immunitario. La bromelina in esso contenuta aiuta a digerire le proteine, migliora la circolazione e ha spiccate proprietà antinfiammatorie.

S

come Sazietà

Il consumo regolare di ceci produce un maggiore e più duraturo senso di sazietà, e una conseguente diminuzione del desiderio di cibo: ciò avviene grazie alle fibre contenute in questo legume, che è pertanto indicato per chi deve affrontare una dieta o comunque migliorare il proprio approccio alimentare. I ceci contribuiscono anche alla digestione e sono un prezioso alleato per il cuore, perchépoveri di grasso: la loro azione aiuta ad abbassare i livelli di colesterolo cattivo nel sangue e favorisce quindi la buona salute delle arterie.

T

come Tannini

I tannini, composti polifenolici comuni nelle piante vascolari, sono solo una delle tante sostanze contenute nell’uva assieme a zuccheri direttamente assimilabili, acidi organici, sali minerali come potassio, ferro, fosforo, manganese, calcio, iodio, silicio e magnesio, vitamine del gruppo A, B e C e polifenoli. Grazie all’infinita quantitàdicomponenti salutari per l’organismo umano, il consumo regolare di uva è consigliato per contrastare una vasta gamma di disagi, che vanno dall’affaticamento ai disturbi della pelle, dall’herpes simplex alla stitichezza, dalle infiammazioni alle affezioni venose.

U

come Uva Sultanina

L’uva sultanina, comunemente conosciuta come “uvetta”, èun piccolo universo di sostanze nutritive benefiche per il nostro organismo. Carica di zuccheri semplici e facilmente assimilabili come fruttosio e glucosio, fornisce energia al corpo e permette anche l’efficiente assorbimento di vitamine e proteine. Di conseguenza, aiuta a migliorare la risposta del sistema immunitario. Le fibre contenute nell’uvetta, inoltre, aiutano la digestione mentre l’acido oleanolico che contieneèun potente antinfiammatorio in grado di impedire la crescita di batteri nocivi all’interno della bocca. Infine, questo piccolo frutto è ricchissimo di calcio, utile alla salute delle ossa.

V

come infezione Virale

Per diminuire il tempo di recupero dall’aggressione di infezioni virali, come le malattie da raffreddamento, è consigliato il consumo del melone. Grazie alla grande quantitàdi vitamina A e C che contiene, questo frutto èin grado di dare al sistema immunitario la giusta “spinta”per riprendersi. Non solo: il melone produce una attivitàantiossidante e antinfiammatoria considerata essenziale per mantenere il corpo in buona salute. Il beta-carotene che contiene protegge la pelle e la sua ampia gamma di fitonutrienti ècaratterizzata da spiccate proprietàantinfiammatorie, ideali per contrastare malattie cardiovascolari e artrite.

Z

come Zenzero

È una pianta erbacea perenne di cui si utilizzano le radici fresche o essiccate. Contiene gingerina, zingerone, resine, mucillagini e olio essenziali ed èconsiderata una radice dalle spiccate proprietàmedicinali. Lo zenzero ha qualità antiossidanti e produce un effetto termogenico che aiuta a bruciare calorie. Non solo: è aromatizzante, stimolante e antireumatico, migliora la circolazione sanguigna e favorisce un’eccellente digestione di carboidrati e proteine. Infine, è considerato efficace per combattere lo stress e le sindromi da affaticamento.